Leggere è un pò viaggiare

Giro l’ultima pagina e chiudo il libro.

La fase che segue la fine di un libro è un passaggio doloroso e delizioso allo stesso tempo.

Da una parte il dispiacere di dover abbandonare i personaggi, i luoghi, le vicende vissute durante la lettura.

La soddisfazione per aver risolto il caso lascia spazio  alla malinconia per aver terminato troppo in fretta.

Ad attendere l’atroce dilemma della scelta. Titoli, trame, argomenti, nuove uscite, classici, gialli, saggi…. Cambiare genere, o leggere qualcosa per imparare …E poi ci sono gli scrittori preferiti.

Dall’altra,  l’aspettattiva e l’entusiasmo per un nuovo inizio, la scoperta di parole, dialoghi, intrighi, pianti, riso, paura.

Leggere è un pò viaggiare, senza partire.  Leggere viaggiando è completare il cerchio, raggiungere la perfezione.

Una volta passavo ore in libreria e biblioteca. Adesso con i dispositivi elettronici, le cose sono anche peggiorate. Tantissimi estratti da poter leggere e curiosare. Difficile scegliere.

Alla fine,  per caso o per scelta il libro c’è. Si ricomincia. Dura la vita del lettore.

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...