The legend of Tarzan (⭐️⭐️⭐️)

Tarzan, alias John Clayton III,  è invitato dal re del Congo a recarsi nel loro paese.

Convinto da un eccentrico George II Washington (Samuel Jackson), il signore della giungla decide di partire. La determinata e affascinante consorte si aggrega al viaggio, malgrado le resistenze iniziali del marito.

In Africa, i tre scoprono che dietro l’invito si celano le malefiche macchinazioni del capitano belga Leon Rom, viscido e mellifluo uomo della politica, assettato di potere e…diamanti.

Il film è caratterizzato da una  prima parte lenta  e poco legata all’immaginario collettivo proprio della figura di Tarzan. Finalmente, con l’entrata in campo di gorilla, elefanti, leoni, e altri animali,  e grazie alle scene panoramiche, la storia assume un senso e una dimensione più avventurosa e spettacolare. Tarzan impersonato dall’attore svedese Alexander Skarsgård, a mio avviso è poco espressivo e presente nella narrazione. Samuel Jackson, con il suo carisma dà vita, invece, ad un personaggio simpatico, che da energia, e ritmo alla pellicola.

In ogni caso lo rivredei e lo consiglio, vi mostra mondi lontanti, anche se in modo non molto realistico e parla di una fratellanza e umanità, probabilmente non dell’uomo e poi adoro gli animali.

Info:

REGIA: David Yates
ATTORI: Alexander Skarsgård, Margot Robbie, Samuel L. Jackson, Christoph Waltz,Ella Purnell, Djimon Hounsou, John Hurt
DURATA: 110 Min
FORMATO: 2D e 3D
Uscito in Italia il 14 luglio 2016

Luoghi:

Il film è ambientato in Congo e Inghilterra. In realtà ho letto che le scene della giungla dall’alto sono state realizzare in Gabon,  altre riprese negli studi cinematografici, e per la parte europea tra Inghilterra e Galles.

Cattura

Il Congo

Due differenti stati, entrambi devastati da guerra, povertà, conflitti interni e da tutte le dominazioni subite.
La Repubblica del Congo, capitale Brazzavile
La Repubblica democratica del Congo, ha come capitale Kinshasa. Il bacino del fiume Congo  e una vasta foresta equatoriale / savana occupano gran parte del territorio. Purtroppo, la speranza di vita alla nascita e l’età media della popolazione sono molto basse.
Il continuo stato di guerra nel Congo orientale ha provocato circa 2,7 milioni di profughi.

L’immagine del film dove si vedono intere tribù unite contro l’invasore è un grande sogno.

Da anni i cosiddetti paesi civilizzati continuano a sfruttare l’ignoranza primitiva delle tribù locali, armando gli uomini, mettendoli uno contro l’altro, facendone schiavi e rubando tutte le loro ricchezze.

Il Gabon
Capitale Libreville
l’80% è coperto da foresta pluviale.

Il Gabon è uno dei paesi dell’Africa subsahariana con il reddito pro capite più alto: ciò dipende dallo scarso popolamento e dalla presenza di cospicue risorse petrolifere. La maggioranza della popolazione vive in stato di povertà a causa dell’ineguale distribuzione della ricchezza.

Oltre i 4/5 del paese sono coperti da una fitta foresta ancora intatta. La fauna  abbonda nelle foreste, nelle lagune e nelle paludi che si trovano lungo la costa del paese.

Il Paese ospita molti francesi venuti per lavorare nel settore petrolifero. I consistenti stipendi a loro pagati, spiegano il tenore di vita elevato e la presenza di numerosi casinò.

Le foreste vergini e la fauna selvatica sono protette e le linee aeree interne sono affidabili.

La rete stradale e la densità della foresta equatoriale rendono difficili gli spostamenti all’interno del paese.

Il clima è di tipo equatoriale umido. La posizione degli stati si vede bene sulla cartina sopra.

Queste due destinazioni  propongono un’Africa  selvaggia e primordiale, magica e infinita, purtroppo la popolazione soffre fame, pestilenze, carestie, guerre.  Esisterà mai fine all’orrore che l’uomo può generare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...