GELO per i bastardi di Pizzofalcone di Maurizio De Giovanni (⭐️⭐️⭐️⭐️💫)

9788806222291_0_0_1702_80

La trama in breve

Fa molto freddo al commissariato di Pizzofalcone e  in tutta la  città. Il gelo sembra entrare nell’anima, così come l’omicidio di due giovani  appena scoperto. Fratello e sorella, un ragazzo semplice, intelligente, discreto. Una giovane di rara bellezza. Il caso è complicato e delicato.  In più sul commissariato di Pizzofalcone pesano numerose pressioni esterne che ne vorrebbero addirittura la chiusura.

State attenti al freddo, perchè il freddo vi può cambiare.
Il freddo è capace di sussurrarvi all’orecchio brutte storie, racconti tristi che rendono l’umore grigio….

 

Come l’ho letto io

E’  il primo romanzo che leggo di Maurizio De Giovanni, nientemeno dedicato ai famosi bastardi di Pizzofalcone, che vantano una serie di libri all’attivo e una fiction in onda su rai 1, appena terminata, che ha riscosso un buon successo, con molti attori famosi, e tra i tanti l’eccezionale Alessandro Gassmann.
Il libro è un noir, che racchiude in realtà tutti i colori, perché così è la scrittura di Maurizio De Giovanni, entra nel cuore. Il modo approfondito in cui sono trattati i diversi argomenti, l’analisi accurata e introspettiva di ogni piega dell’animo umano, i luoghi e la vita narrati sempre con grande amore e partecipazione.
Attraverso le pagine del romanzo conosciamo a fondo i protagonisti della storia,  le loro debolezze, le sofferenze, il loro io interiore. Entriamo nella loro vita e loro in quella di chi legge, con il loro vissuto a volte difficile da capire eppure così vicino. Ognuno trasporta una croce più o meno grande,  e si distrae con un’illusione di vita pubblica. Si tratta del secondo romanzo della serie, ma non ce ne accorgiamo, perché entriamo subito in confidenza con i protagonisti.
A tale proposito vi lascio le parole  che Luigi Palma, commissario di Pizzofalcone, usa per descrivere il suo gruppo, così, per conoscere un pò di più i bastardi di Pizzofalcone, che dei bastardi veri non hanno nessuna traccia:

Giuseppe Lojacono

Un siciliano accusato di essere colluso con la mafia e mandato a svernare al commissariato di San Gaetano, dove faceva solitari al computer, si era rivelato un fuoriclasse;

Francesco Romano

un energumeno che a Posillipo aveva quasi ammazzato un balordo a mani nude era diventato un poliziotto disciplinato e intelligente;

Alex Di Nardo,

una pazza che aveva esploso un colpo di pistola in commissariato si era trasformata in un agente sensibile e determinata;

Marco Aragona,

una specie di Arlecchino che non avevano cacciato dalla polizia solo perché raccomandato, stava dando prova di essere un investigatore intuitivo e sagace.

Giorgio Pisanelli  e Ottavia Calabrese

i residuati bellici che la tempesta dei Bastardi veri aveva risparmiato. Un vice commissario lunatico e sognatore e una brava e gentile signora  col pallino dell’informatica, sempre considerata poco più di una segretaria, avevano messo su il centro di informazioni più efficiente dell’intera area metropolitana.

 Oltre ai protagonisti ci sono tutti gli altri, colpevoli o semplici testimoni; anche per loro ogni più piccolo dettaglio è approfondito con grande maestria. Dietro ognuno che possa avere un movente, si nasconde la mano, forse dell’assassino. Ogni fatto, ogni pensiero è ripercorso nei minimi particolari e tutti possono essere rei o innocenti.

Un giallo straordinario, un lunguaggio suggestivo e poetico. Molti spunti di riflessione. Difficile intuire la soluzione del caso, quando sembra di averla in mano, eccola sfuggire nuovamente.

Consigliato

Sì. Interessante e coinvolgente. Se fossi in voi lo leggerei.

Eppure, prima o poi, il freddo sparisce.
….
Il freddo finisce perchè il mondo va così. Non c’è una ragione vera e propria, ma finisce. E tutto ricomincia.

 

 Titolo: Gelo per i bastardi di Pizzofalcone
 Autore: Maurizio De Giovanni
 Editore: Einaudi
 Pagine: 320
 Anno: 2014
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...