Incubo di Wulf Dorn ⭐️⭐️⭐️⭐️💫

Per l’ennesima volta capì che cosa intendeva dire la gente quando parlava di un dolore che “straziava il cuore”.

Prima di leggerlo

Simon è l’unico sopravvissuto  dopo l’incidente in cui i suoi genitori hanno perso la vita. Da quel terribile momento, convive con incubi mostruosi. Dopo un periodo in ospedale, la zia Tilia lo porta a vivere con lei. Simon  è felice perché li abita anche Mike, suo  fratello maggiore e forse potrà ricostruirsi una nuova esistenza serena. Purtroppo, la calma ritrovata è interrotta in breve tempo. Simon  scopre che andrà in collegio e che Mike si sta per trasferire.
Una sparizione misteriosa, seguita da un’aggressione creano scompiglio sulla piccola e tranquilla cittadina. Simon si sente coinvolto in prima persona, visto che il suo adorato fratello è il principale sospettato.

A volte qualcosa si spezza. Non sentiamo alcun rumore, neppure ce ne accorgiamo. Eppure fa malissimo. E’ un dolore così violento che ci sembra non passerà mai. Nemmeno tra mille anni.

Dopo averlo  letto

Ho iniziato a leggerlo soprattutto per curiosità verso l’autore, di cui ho sentito molto parlare e bene. Pensavo di assistere ad una storia, in qualche modo , già vista. In “Tempo Assassino” di Michel Bussi, Clotilde è l’unica sopravvissuta ad un incidente in auto, in cui sono morti i suoi genitori e suo fratello maggiore. In ogni caso, mi sbagliavo, i due romanzi sono molto diversi.

Il thriller di Wulf Dorn è coinvolgente, uno di quei libri che una volta incominciato, si divora in un giorno. Non ci sono particolari azioni o omicidi, ma l’autore riesce a tenere altissima la tensione. L’analisi psicologica dei personaggi è attenta e curata ed è impossibile intuire  il finale, o forse non si vuole. Ci si perde nella mente di Simon e si parteggia per questo ragazzino sfortunato e poco incline alle relazioni sociali. Simon è  diverso, “ama l’ordine della matematica”  e questa sua caratteristica rende ancora più difficile dimenticare, cancellare gli incubi e riprendere una vita “normale”. Inoltre, intorno a lui ruotano persone ambigue e poco chiare e sembra non esserci posto per lui  nella  nuova quotidianità. Simon, in alcuni aspetti, mi ha anche ricordato Christiano Wolff, il protagonista nel film The accountant, come lui è affetto da una forma di autismo, che  trova rifugio solo nella perfezione della matematica.

La vita non è come la matematica. Magari! Allora tutto sarebbe misurabile e avrebbe un ordine logico.

Pagina dopo pagina, gli incubi di Simon sono sempre più frequenti, ad un certo punto fanno parte della realtà stessa e la verità assume mille sembianze.

Se volete leggere un mio pensiero sul libro Tempo Assassino, vi includo un link veloce, vai all’articolo

È questo è il film The accountant, invece, vai al film

Entrambi consigliati.

Tornando al romanzo in oggetto “Incubo”, di seguito un breve passaggio del libro che racconta l’importanza di lasciarsi andare al futuro,  può essere un’opportunità se gliene diamo modo.

Per procedere serenamente su questa strada, aperti al nuovo, dobbiamo imparare a lasciarci alle spalle il passato. Altrimenti ci ritroveremo intrappolati nel bosco oscuro, con i lupi.
La separazione non è sempre facile,  ma per esperienza personale posso dirvi che vale la pena sforzarsi. Il futuro ha tantissimo da offrirci, se gli concediamo una possibilità e non ci aggrappiamo tenacemente al passato. E  i bei ricordi rimarranno per sempre nel nostro cuore.

Consigliato

Da leggere, appassionante e angosciante. Non è solo un thriller, è un romanzo psicologico, una storia drammatica amara e misteriosa. Un abbraccio a tutti e buona lettura!
Titolo: Incubo
Autore: Wulf Dorn
Pagine: 361
Editore: Corbaccio
Anno: 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...