La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Il noto agente speciale Vogel si trova ad Avechot, un isolato paese di montagna. Insanguinato e in stato confusionale, viene accompagnato dal dottor Flores, lo psicologo della clinica del posto. E qui, inizia un racconto su un’indagine appena conclusa,  relativa alla sparizione di una ragazza di sedici anni. Un dramma divenuto un evento mediatico nazionale, di cui il protagonista e il regista è stato proprio Vogel.

  • Ti ho portato nel lato oscuro della luce.

La mia lettura

Dal catastrofico blackout romano, al centro del romanzo “Il maestro delle ombre”, sono caduta nel piccolo mondo chiuso e isolato di Avechot, piccola località dove è completamente ambientato “La ragazza nella nebbia”. È stridente il confronto tra il contesto tranquillo e modesto e la figura melliflua e vanesia dell’agente speciale Vogel. Reduce da un insuccesso, ha una nuova occasione per rivalutarsi e farsi acclamare dai media e dall’opinione pubblica, che è quello che conta per lui. Giunto sul posto, per indagare su una tragica scomparsa, mette in scena un evento spettacolare dove ciò che conta è tirare fuori il ventre malato del male e non cercare la vittima; scatenare la morbosità della gente. Spiazzante e intenso il tema al centro del thriller, ovvero, la mancanza di rispetto per le persone che subiscono un danno, che vengono rapite, brutalizzate o uccise e il dolore che diventa spettacolo. L’efferatezza fa più audience del lieto fine, ci fa notare bene lo scrittore attraverso la voce del professor Loris Martini.

  • Vi ho detto che è il male il vero motore di ogni racconto: gli eroi e le vittime sono solo uno strumento, perché ai lettori non interessa la vita quotidiana, hanno già la loro. Vogliono il conflitto, solo così riescono a distrarsi dalla propria mediocrità. Ricordate è il cattivo che rende la mediocrità più accettabile, è lui che fa la storia.

La gente ama entrare nel lato oscuro di ognuno e soprattutto dare un volto al mostro.

Il romanzo scorre con ritmo serrato, uno stile accattivante e molto coinvolgente. Eccezionale la spirale di male che parte piano e in modo sempre più veloce e invasivo si diffonde come un’epidemia. Lo stesso succede con il sospetto che appena nasce, cresce e si diffonde rapidamente, come Vogel spiega a Flores:

  • Il sospetto si propaga in una comunità seguendo le stesse dinamiche di un’epidemia, lo sapeva?- Basta poco perché il contagio diventi inarrestabile. La gente non cerca giustizia, vuole solo un colpevole. Per dare un nome alla paura, per sentirsi sicura. Per continuare a illudersi che tutto va bene, che c’è sempre una soluzione.

Vogel, Borghi, Flores, Stella Honer, Loris Martini, Priscilla, Clea, tutti concentrati su loro stessi. Mentre, Anna Lou, la giovane scomparsa, è sempre più lontana, sempre più avvolta nella nebbia.

  • La notte in cui tutto cambiò per sempre, sembrava che la nebbia fosse riuscita a varcare la finestra, riempiendo la stanza come un brivido sottile.

C’è un film al cinema su questo romanzo, che non ho ancora visto e che adesso mi incuriosisce ancora di più. Il libro è stupefacente e ricco di suspense, da leggere assolutamente.

Qualcuno di voi ha visto il film, miei cari amici virtuali ?

Buona serata! 

Titolo: La ragazza nella nebbia
Autore: Donato Carrisi
Pagine: 372
Editore: Longanesi
Anno:2015

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...