0-Libri · 3-I miei libri 4 stelle · Drammatico · Thriller, giallo, mistero, noir

La sconosciuta di Camilla Greebe (⭐️⭐️⭐️⭐️)

(with english version)

Ciao, come va? Eccomi qua “reduce” da questa lettura nordica. Novità, al mio commento in italiano segue la traduzione in inglese. Vi chiedo scusa per eventuali errori. Un abbraccio e buona lettura!!! Brrrr! Che freddo!!!

“Non c’è dubbio che l’uomo sia l’animale più pericoloso del pianeta, che cacciamo e uccidiamo non solo le altre specie, ma anche la nostra.”

Tutto ha inizio a Stoccolma, una città piena di fascino e di mistero,  nel periodo dell’Avvento, le giornate sono fredde, buie, nuvolose. La polizia rinviene il cadavere di una giovane donna. Un omicidio terrificante, la donna è decapitata e la testa è posizionata distante che guarda la porta. Il corpo viene trovato nella casa del noto e discusso Jesper Orre, amministratore delegato di un’importante  catena  di negozi Clothes & Mores.  Inoltre, l’uomo è sparito e l’identità della donna è sconosciuta.

Mi piace perché 

Un noir a tinte fosche che si apre con una scena di forte impatto, poi si trasforma, diventa intimistico, psicologico. Tre voci diverse raccontano la loro versione dei fatti e la loro storia: Peter Lindgren, il poliziotto incaricato delle indagini; Emma, una giovane donna che ha avuto una relazione con il ricercato;  Hanne, una criminologa, coinvolta nelle indagini, per la somiglianza di questo caso, con un altro da lei seguito, in passato. E la città di Stoccolma, protagonista muta e grigia,  con il suo clima rigido è impietoso, che accresce il pathos e l’angoscia della trama.

“Si fa silenzio. Fuori la neve continua a scendere. Fiocchi grossi e soffici svolazzano davanti alla finestra nel vento forte e offuscano la visuale.” 

I personaggi sono descritti in profondità, ci fanno entrare nei loro pensieri più nascosti e sono uniti da, quello che possiamo definire come “male di vivere”. Inadatti, ognuno a suo modo, proseguono la loro esistenza avariata, e restiamo catturati dalla cupezza e dal dolore delle loro esperienze, più che dalla soluzione del caso stesso.

“Che cosa avevamo in comune, in fondo? A parte l’amarezza per un’esistenza che non era stata come ci eravamo immaginati?”

Un noir drammatico, disperato, una Stoccolma gelida e distante. Una bella scrittura, ricca di spunti di riflessioni. Inizierete anche voi a pensare ad alta voce. Soprattutto, se abitate a Milano, che in questo periodo offre spesso giorni con la stessa atmosfera spenta. Un consiglio, non leggete l’indice, per non condizionare le vostre ipotesi.

Sconcertante e amaro.
La traduzione italiana è suggestiva e intensa.

Titolo: La sconosciuta
Autore: Camilla Greebe
Traduzione di Margherita Bodini
Pagine: 530
Editore: Einaudi
Anno: 2015

——————————————————-English versions below———————————————-

“There is no doubt that man is the most dangerous animal on the planet, hunting and killing not only other species, but also ours.”

Everything begins in Stockholm, a city full of charm and mystery, in the Advent period, where the days are cold, dark, cloudy. The police find the body of a young woman. A terrifying murder, the woman is decapitated and her head, just a few feet away from her body, is facing the door. The body is found in the home of the well-known and discussed Jesper Orre, CEO of an important chain of Clothes & Mores stores. Besides, the man is gone and the woman’s identity is unknown.

Why I like it

A dark-colored noir that opens with a scene of hard impact, then turns, becomes intimate, psychological. Three different voices reveal their version of the facts and their story: Peter Lindgren, the policeman responsible for investigations; Emma, ​​a young woman who has had a relationship with Jesper Orre; Hanne, a criminologist, involved in the investigation as she had follower a similar case, in the past. And the city of Stockholm, as a mute and blurred protagonist, with its rigid climate, without pity, it increases the pathos and the anguish of the plot.

“It’s silence. Outside the snow continues to descend. Big, fluffy flakes float in front of the window in the strong wind and blur the view. “

Characters are analysed in depth,we enter into their hidden thoughts. They are united by what we can call ” world-weariness”. Everyone, in their own way, is imperfect, with  their damaged existence. We remain listening to them captured by the pain of their experiences, rather than by the solution of the case.

“What did we have in common after all? Apart from bitterness for an existence that had not been as we had imagined? “

A dramatic, desperate noir, a frozen and distant Stockholm. A beautiful writing, full of thought. You will also begin to think aloud. I suggest you do not read the index, as he can  affect your investigative theory.

Disarming and sad,  but captivating.

 

 

 

Annunci

4 risposte a "La sconosciuta di Camilla Greebe (⭐️⭐️⭐️⭐️)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...