L’angelo di Sandrone Daizieri (⭐️⭐️⭐️⭐️)

Se lo incontri, è già troppo tardi.

La trama in breve

Una macabra scoperta sul  treno proveniente da Milano,  appena giunto in stazione a Roma. Tutti i passeggeri della Top Class sono morti, compreso il controllore. Sulla scena Colomba Caselli una poliziotta appena uscita da un altro caso tragico, rimane coinvolta nei fatti. Dietro il disastro la rivendicazione dell’Isis, che dà luogo ad immediate procedure anti- terrorismo  combinate ad una serie di perlustrazioni nei luoghi legati all’islamismo. Colomba tuttavia è convinta che non tutto sia come sembra e si rivolge ad un caro amico, Dante Torre.

Mi piace perché

La trama è molto attuale e originale, la narrazione è appassionante e realistica, si è catturati subito dalle prime pagine. E’ forte  la curiosità di conoscere al più presto la soluzione. L’autore offre interessanti spunti storici e sociali e una chiave di analisi diversa da quella che siamo abituati a conoscere. Imparare a leggere oltre le righe e non seguire la massa, non aver paura di essere soli, questi alcuni dei messaggi sui quali il romanzo fa riflettere.

I personaggi sono ben caratterizzati, unici e speciali, ognuno con una storia. E il male non è semplicisticamente definito e raccolto sotto un’unica bandiera.

La lettura è di grande ritmo e azione, senza pause, densa di avvenimenti. Una serie di scatole, una dentro l’altra, ed ognuna nasconde una verità più atroce.

L’autore tocca le nostre paure più grandi, la caducità dell’uomo, il suo essere marginale rispetto a tutto.
Non siamo nessuno di fronte al potere, l’economia, le guerre. L’interesse maggiore fagocita quello del singolo. L’ uomo è un ingranaggio del motore e il suo destino è frutto del caso, del luogo e  del tempo in cui vive.

Quello che ho cercato di dirvi, oggi, non è di non credere a niente o di credere a tutto, ma di farvi sempre delle domande.

I luoghi

Vi lascio alcune descrizioni di luoghi così come raccontate dai protagonisti del libro, attraverso i loro occhi.

Milano

Poi si mise a guardare Milano dall’alto, e si calmò, un pò alla volta. La città sembrava quasi bella, soprattutto a quell’ora.

Berlino

…scopriva quanto era affascinante quella città che di notte sembrava una New York europea, con i suoi grattacieli dai mille stili che fondevano vecchio e nuovo.
…Oltre il lago si era già a Berlino Est, e fino alla caduta del muro era impossibile attraversarlo. Il famoso Ponte delle Spie, quello dove americani e sovietici, si scambiavano i prigionieri, era solo pochi chilometri più in là.

Costa del Sol

A gennaio la Costa del Sol non è spettacolare come d’estate, ma il mare di Marbella è di un blu che fa male agli occhi

Consigliato

Da leggere. Un thriller senza tregua. Una corsa contro il tempo. L’uomo e le sue peculiarità, cosi facilmente tracciabili.

Gli esseri umani sono molto meno complessi di quello che credono di essere. Più o meno si sa come reagiscono.

Titolo L’angelo
Autore Sandrone Daizieri
Anno 2016
Editore Mondadori
Pagine: 448

Sequel di “Uccidi il padre”

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...